MIMOSA
Un gesto concreto a sostegno dell’occupabilità femminile

Molte sono le donne che si trovano in situazione di difficoltà. Disagio psichico, violenza, sofferenza familiare, solitudine nella cura dei figli, difficoltà di reddito, differenze culturali…
Per loro non sempre è possibile costruire un percorso che le porti all’autonomia.

Comunità Fraternità fin dalla sua nascita si è sempre occupata di disagio, ponendo particolare attenzione all’accoglienza maschile.
Da qualche anno ha iniziato ad accogliere donne sia nei centri diurni per la salute mentale che nei servizi per richiedenti asilo e rifugiati.

Attraverso il progetto MIMOSA si vogliono creare le condizioni affinché le donne in difficoltà, in particolare quelle con figli, possano con gradualità rendersi autonome e uscire dal circuito assistenziale, attraverso attività di accompagnamento al lavoro e di supporto all’accudimento dei figli all’interno di un’area dedicata.

Il progetto ruota attorno alla coltivazione in serra di funghi e prodotti etnici, come l’ocra/gombo, l’hibiscus sabdariffa e la melanzana africana,
all’interno di due serre ormai in disuso di proprietà della nostra cooperativa.
L’obiettivo finale è quello di creare una filiera biologica a partire dai metodi di coltivazione sino a quelli di smaltimento.

Ad oggi è possibile immaginare il coinvolgimento di 6 donne con bambino impegnate part time.

MIMOSA è un progetto che può pensare di espandersi anche grazie al tuo contributo. Per riuscirci abbiamo bisogno di poter sperimentare un anno di attività.

 

Grazie al tuo contributo vorremmo riuscire a coprire i costi fissi del progetto nel suo primo anno di sperimentazione.

8 marzo 2021 – 8 marzo 2022

220€ costo di una giornata*

1.100€ costo di una settimana

 

*La stima è fatta sulla base dei costi ancora da sostenere per l’adeguamento degli spazi di coltivazione e la disponibilità degli educatori.